Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie policy cliccando sul pulsante.

Un workshop di drammaturgia in quattro lezioni dedicato alla pratica, le forme e i modi dell’adattamento teatrale.

Giovedì 1 e venerdì 2 luglio / martedì 6 e mercoledì 7 luglio | h 18-21

con Stefania Bruno

Di-stanza in stanza - Il dramma della parola - workshop di drammaturgia in quattro lezioni dedicato alla pratica, le forme e i modi dell’adattamento teatrale.

Durante questo workshop sperimenteremo la pratica dell’adattamento teatrale, lavorando sulla trasformazione di un testo letterario (narrativo, poetico ecc.) in un testo teatrale. Nel farlo lavoreremo sul rapporto tra lettura, emozione e immaginazione, sulla costruzione dell’impianto drammaturgico, sui personaggi e sul dialogo. Lavoreremo sulla scrittura personale di ciascun partecipante attraverso la relazione con il gruppo, grazie alla possibilità di entrare in diverse ‘stanze’ virtuali, che diventeranno altrettanti spazi di ascolto e creazione condivisa.

Prima stanza: Creare leggendo (1 luglio)

La prima sessione sarà dedicata alla lettura dei testi scelti per lavorare, sperimentando come le emozioni si depositano e cambiano, producendo immagini e come da queste si possa cominciare a scrivere, cercando di cogliere il nucleo di quello che si vuole raccontare.

Seconda stanza: Fare scene (2 luglio)

La seconda sessione sarà dedicata alla divisione del testo in scene, alla costruzione dell’architettura del testo teatrale e alla sperimentazione di forme diverse per raccontare la stessa storia, per poi scegliere quella che preferiamo.

Terza stanza: La storia e le storie (6 luglio)

La terza sessione sarà dedicata ai personaggi, a rintracciare tutto ciò che nel testo originario è detto e cosa non lo è, le molte storie che sono contenute all’interno della storia principale e come possiamo svilupparle nella nostra trascrizione teatrale.

Quarta stanza: il dramma della parola (7 luglio)

La quarta e ultima sessione sarà dedicata al dialogo, alla sperimentazione di alcuni degli strumenti che sono necessari per far sì che le relazioni umane diventino scrittura attraverso lo strumento più potente, magico e pericoloso di tutti: la parola.

 

CHI CONDUCE

Stefania Bruno

Stefania Bruno

Studiosa di teatro, drammaturga e formatrice. Ha conseguito il titolo di dottore di ricerca in Storia del teatro moderno e contemporaneo. Dopo aver seguito laboratori teatrali con lo storico gruppo Odin Teatret, di drammaturgia con Enzo Moscato e di mimo corporeo astratto presso l’ICRA Project di Michele Monetta, dal 2006 si è formata con Lalineascritta laboratori di scrittura. È autrice di racconti editi in antologia («Granta», Rizzoli; Fughe, Perrone) ed è dramaturg per la cooperativa En Kai Pan, di cui è socio fondatore, e autrice di drammaturgie originali e adattamenti (tra gli altri, El Romancero de Lazarillo, Crudele d’amor, La Repubblica di Utopia, Commedia in tempo di peste), tutti prodotti da En Kai Pan. Dal 2010 collabora con Lalineascritta Laboratori di Scritture, conducendo laboratori di narrazione in scuole di ogni ordine e grado, associazioni e case famiglia. Dal 2013 conduce laboratori di drammaturgia per Lalineascritta. Dal 2017 cura e conduce il laboratorio di scrittura teatrale In scena! Nel 2016 e 2017 ha collaborato all’Archivio Narrato, stage residenziali presso l’Archivio Storico del Banco di Napoli, conducendo stage di drammaturgia ispirati a documenti d’archivio. Ha collaborato alla progettazione del Master in Scrittura ed Editoria de Lalineascritta per UNISOB, all’interno del quale terrà le classi di drammaturgia. Suoi articoli e saggi sul teatro sono pubblicati e in corso di pubblicazione, su rivista e in volume, in Italia «Acting Archives», Fondazione Giorgio Cini, «Aracne», Inghilterra «Rutledge », Belgio (Brepols), Russia e Cina.

COSTI

180 euro quota base
PROMOZIONE per chi si iscrive entro domenica 27 giugno: 150 euro
150 euro soci

Iscriviti online

Con paypal o carta di credito

Scegli il tipo di iscrizione:


Con bonifico

all'IBAN IT78K0538703414000043007684
intestato a Associazione Culturale Aldebaran Park
specificando nella causale "Iscrizione workshop Di-stanza in stanza"

Restiamo in contatto

Iscriviti alla Newletter

Ricevi nella tua casella email tutti gli aggiornamenti sulle nostre attività, corsi, eventi, appuntamenti.

mappa black

Lalineascritta ha la sua sede a Napoli (Vomero), in Via Kerbaker 23, all'interno della Galleria Vanvitelli (accanto a La Compagnia della Casa) , al piano ammezzato.

E' a 50 metri dalla Metropolitana Linea 1 (fermata Piazza Vanvitelli) e da tutte le funicolari: Centrale, Montesanto e Chiaia.