Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie policy cliccando sul pulsante.

 


Vai a:


Valentina Aversano

Valentina Aversano

Valentina Aversano cura la comunicazione web di Minimum Fax dal 2012: sviluppa strategie e contenuti per i social, il sito e la newsletter. Si è occupata di comunicazione non convenzionale, campagne pubblicitarie e del coordinamento della redazione di riviste online e portali tematici. Ha un blog, una newsletter, un podcast e un gruppo di lettura: www.signorinalave.com
Costanza Boccardi

Costanza Boccardi

Costanza Boccardi fa parte di Teatri Uniti dal 1988. In teatro e al cinema lavora con Mario Martone, Toni Servillo, Andrea Renzi, Paolo Sorrentino, Stefano Incerti, Matteo Garrone, Edoardo De Angelis, Ivan Cotroneo, Susanne Bier, Rupert Everett, come aiuto regista e casting director. Costanza Boccardi fa parte di Teatri Uniti dal 1988. In teatro e al cinema lavora con Mario Martone, Toni Servillo, Andrea Renzi, Paolo Sorrentino, Stefano Incerti, Matteo Garrone, Edoardo De Angelis, Ivan Cotroneo, Susanne Bier, Rupert Everett, come aiuto regista e casting director. Ha organizzato rassegne teatrali e di danza con l’Ente Teatrale Italiano, il Comune di Napoli, la Biennale dei Giovani Artisti del Mediterraneo e altre Istituzioni. Insieme a Onorevole Teatro Casertano si è occupata del recupero e della riapertura dello storico Teatro Garibaldi di Santa Maria Capua Vetere.
Laura Bosio

Laura Bosio

Laura Bosio è scrittrice, editor e consulente editoriale. Fra le sue pubblicazioni: I dimenticati (Feltrinelli 1993, Premio Bagutta Opera prima); Annunciazione (Mondadori 1997, Premio Europeo Moravia; nuova edizione Longanesi 2008); Le ali ai piedi (Mondadori 2002); Teresina. Storie di un’anima (Mondadori 2004); Le stagioni dell’acqua (Longanesi 2007, Finalista Premio Strega); Le notti sembravano di luna (Longanesi 2011); D’amore e di ragione. Donne e spiritualità (Laterza 2012); Da un’altra Italia. 63 lettere, diari, testimonianze sul “carattere” degli italiani (con Bruno Nacci, Utet 2014); Per seguire la mia stella (con Bruno Nacci, Guanda 2017); Una scuola senza muri (Enrico Damiani Editore 2019). Nel 1997 ha collaborato al soggetto e alla sceneggiatura del film Le acrobate di Silvio Soldini. È stata docente di “Tecniche della scrittura” al Master in giornalismo dell’Università Cattolica di Milano. Dal 2015 dirige la scuola di italiano per migranti Penny Wirton Milano.
Stefania Bruno

Stefania Bruno

Studiosa di teatro, drammaturga e formatrice. Ha conseguito il titolo di dottore di ricerca in Storia del teatro moderno e contemporaneo. Dopo aver seguito laboratori teatrali con lo storico gruppo Odin Teatret, di drammaturgia con Enzo Moscato e di mimo corporeo astratto presso l’ICRA Project di Michele Monetta, dal 2006 si è formata con Lalineascritta laboratori di scrittura. È autrice di racconti editi in antologia («Granta», Rizzoli; Fughe, Perrone) ed è dramaturg per la cooperativa En Kai Pan, di cui è socio fondatore, e autrice di drammaturgie originali e adattamenti (tra gli altri, El Romancero de Lazarillo, Crudele d’amor, La Repubblica di Utopia, Commedia in tempo di peste), tutti prodotti da En Kai Pan. Dal 2010 collabora con Lalineascritta Laboratori di Scritture, conducendo laboratori di narrazione in scuole di ogni ordine e grado, associazioni e case famiglia. Dal 2013 conduce laboratori di drammaturgia per Lalineascritta. Dal 2017 cura e conduce il laboratorio di scrittura teatrale In scena! Nel 2016 e 2017 ha collaborato all’Archivio Narrato, stage residenziali presso l’Archivio Storico del Banco di Napoli, conducendo stage di drammaturgia ispirati a documenti d’archivio. Ha collaborato alla progettazione del Master in Scrittura ed Editoria de Lalineascritta per UNISOB, all’interno del quale terrà le classi di drammaturgia. Suoi articoli e saggi sul teatro sono pubblicati e in corso di pubblicazione, su rivista e in volume, in Italia («Acting Archives», Fondazione Giorgio Cini, Aracne, Die Schactel) e in Inghilterra (Rutledge).
Stefano Calabrese

Stefano Calabrese

Stefano Calabrese insegna Comunicazione narrativa all'Università di Modena e reggio Emilia. E' autore di Anatomia del best seller (Laterza, 2015), Letteratura per l'infanzia. Fiaba, romanzo di formazione, crossover (Bruno Mondadori), www.letteratura.global il romanzo dopo il postmoderno (Einaudi) e, per Carocci, fra gli altri, Retorica e scienze neurocognitive, La suspence, La crime fiction.
Stefania Cantelmo

Stefania Cantelmo

Stefania Cantelmo lavora in ambito editoriale da più di dieci anni. Dopo un corso di formazione promosso dall’agenzia letteraria Herzog, nel 2008 entra a far parte della Tullio Pironti Editore, prima come lettrice e correttrice di bozze, poi come redattrice e editor, affiancando l’ufficio stampa nell’organizzazione di eventi, campagne promozionali e fiere. Dal 2016 è interprete LIS (Lingua dei Segni Italiana). Dal 2017 collabora con Lalineascritta Laboratori di Scrittura, per la quale conduce corsi, workshop, stage e il percorso di tutoraggio Viaggio al termine del romanzo.
Gianluca Catalano

Gianluca Catalano

Gianluca Catalano, salernitano, classe 1975, si è laureato in storia all’Università di Siena e specializzato in editoria presso la Scuola Superiore di Studi Umanistici di Bologna. Lavora nel mondo dell’editoria dal 2000. Dopo l’esperienza in piccole case editrici milanesi e presso l’ufficio marketing del gruppo RCS, nel 2005 approda alle Edizioni E/O con la qualifica di direttore commerciale e marketing.
Antonella Cilento

Antonella Cilento

Scrittrice e giornalista, ha creato il Laboratorio Lalineascritta nel 1993, tra i primissimi in Italia a proporre l'insegnamento della scrittura creativa. Nel maggio 2019 è uscito il suo ultimo libro Non leggerai (Giunti), romanzo che hai inaugurato la collana Young Adult «Arya», che segue a Morfisa o L'acqua che dorme (Mondadori 2018). Con Lisario o il piacere infinito delle donne (Mondadori 2014) è stata finalista del Premio Strega 2014, e vincitrice del Premio Boccaccio 2014 (libro tradotto in Spagna, Francia, Germania, Corea, Lituania, Finlandia). Ha pubblicato inoltre: Il cielo capovolto (Avagliano, 2000); Una lunga notte (Guanda 2002, Premio Fiesole 2002, Premio Viadana, finalista Premio Vigevano, Premio Greppi, selezionato al Festival du Premier Roman di Chambéry); Non è il Paradiso (Sironi 2003); Neronapoletano (Guanda 2004); L’amore, quello vero (Guanda 2005); Napoli sul mare luccica (Laterza 2006); Nessun sogno finisce (Giannino Stoppani 2007); Isole senza mare (Guanda 2009); Asino chi legge (Guanda 2010); La paura della lince (Rogiosi 2012); Bestiario napoletano (Laterza 2015), La madonna dei mandarini (NN editore 2015). Alcuni suoi libri e racconti sono tradotti anche in Russia, Olanda, Romania e Stati Uniti. Collabora con «la Repubblica - Napoli» e con «Grazia». Ha collaborato per quindici anni con «Il Mattino» e per alcuni periodi con il «Corriere della Sera», il «Corriere del Mezzogiorno», «L’Indice dei Libri del Mese», «Panorama Travels», «Napoli oggi», «Il Sole 24 Ore» e numerose altre testate. Ha scritto numerosi testi per il teatro. Conduce programmi di formazione, stage, workshop e laboratori in presenza e in webconference, fornendo anche consulenze editoriali. Nel 2019 coordina e insegna nel primo Master di scrittura e editoria del Sud Italia, SEMA, nato dalla partnership fra Università Suor Orsola Benincasa e Lalineascritta Laboratori di Scrittura.
Iole Cilento

Iole Cilento

Si è formata all’Accademia di Belle Arti di Napoli e presso il Dipartimento di Arti Plastiche dell’Università di Parigi. Lavora come scenografa dal 1997 per videoclip, installazioni, eventi, manifestazioni di piazza e in particolar modo nell’ambito dello spettacolo per adulti e ragazzi collaborando, fra gli altri, con Libera Scena Ensemble, Le Nuvole, Teatro della Tosse, Teatro Stabile di Torino, Cantieri Teatrali Koreja, Teatro Potlach, Sosta Palmizi, Fondazioni Lirico-sinfoniche Teatro Regio di Torino e Petruzzelli di Bari. Dal 2002 affianca a questa attività quella di illustratrice (ultima pubblicazione: tavole per Bestiario Napoletano di Antonella Cilento, Laterza 2015) e di conduttrice di corsi, stage e laboratori di manualità e arte contemporanea con normodotati e diversabili presso scuole pubbliche e associazioni culturali in Piemonte e Campania. Nell’ambito dei progetti CEE per l’Alta Formazione di esperti in teatro sociale, ha svolto docenze in materia di scenografia per l’Università di Lecce e Ancona. Ha tenuto a Napoli tre mostre personali a tema letterario ibridando pittura, scultura, light design e oggetti di recupero. È docente nel dipartimento di Scenografia presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli e da più di dieci anni conduce la sezione di Arti visive degli stage multidisciplinari de Lalineascritta.
Paolo Coletta

Paolo Coletta

Compositore, regista, drammaturgo e attore, ha collaborato con numerosi artisti internazionali, tra i quali Lindsay Kemp, Antonio Tabucchi e Josè Saramago. È autore di più di novanta musiche di scena e nel maggio del 2009 ha debuttato, in qualità di compositore nella stagione lirica del Teatro San Carlo di Napoli e del Teatro Stanislavskij di Mosca con il "Ballet avec chant“ Napoli zompa e vola di Amedeo Amodio, Manlio Santanelli, Paolo Coletta e Simona Marchini. Lavora come regista dal 1995, firmando sedici regie teatrali, ed è autore di numerose drammaturgie originali, adattamenti e riscritture. Dal 2014 è docente a contratto di Interpretazione e scrittura della canzone teatrale presso il laboratorio di alta formazione “Officina Pasolini” della Regione Lazio.
Laura Curino

Laura Curino

Autrice e attrice torinese, tra i maggiori interpreti del teatro di narrazione. Tra i fondatori del Teatro Settimo ha partecipato come attrice e autrice alla maggior parte delle produzioni nei 25 anni di vita della compagnia. Dal 2001 ha collaborato con Teatro Stabile di Torino, Piccolo Teatro di Milano, Festival, Teatri ed Istituzioni, radio e televisione. Insegna scrittura teatrale all’Università Cattolica di Milano e tiene conferenze, seminari e laboratori in Italia e all’estero, progetti di formazione in azienda. Tra i tanti testi e spettacoli messi in scena: il dittico sulla storia della famiglia Olivetti; Passione; Il Signore del cane nero su Enrico Mattei; Santa Impresa; Bella e Fiera; La Diva della Scala; La lista; L'anello forte; Natasha ha preso il bus. È inoltre interprete di numerosi spettacoli per la regia di Alessandro D'Alatri, Luca Micheletti, Simone Derai, Ivana Ferri, Cristina Pezzoli, Marco Sciaccaluga, Laura Sicignano, Serena Sinigaglia e Gabriele Vacis. Dal 2015 è stata nominata direttore artistico del Teatro Giacosa di Ivrea. Tra i numerosi riconoscimenti: Premio Ubu (con Teatro Settimo) 1993, Premio Anct – Ass. Naz. Critici di Teatro 1998, Premio Hystrio per la drammaturgia 2003.
Giuseppe D'Antonio

Giuseppe D'Antonio

Laureato in Lettere moderne, si forma in ambito editoriale frequentando un corso dell’agenzia Herzog di Roma. Dopo due anni come redattore a L’ancora del mediterraneo/Cargo edizioni si dedica alla libera professione e inizia a collaborare con case editrici, service editoriali e agenzie in qualità di copyeditor, correttore di bozze e formatore. Dal 2008 è docente nei corsi per redattori editoriali della Herzog, e dal 2017 fa parte della redazione della rivista «I libri degli altri», di cui cura la newsletter settimanale.
Mattia de Bernardis

Mattia de Bernardis

Mattia de Bernardis lavora in campo editoriale da oltre quindici anni. Come editor della saggistica ha lavorato in Mondadori tra il 2004 e il 2009, anno in cui è passato in Einaudi come responsabile della saggistica trade. Dal 2011 al 2017 è stato responsabile della saggistica per Feltrinelli ed oggi è direttore editoriale di UTET.
Davide D’Urso

Davide D’Urso

Scrittore, libraio, operatore culturale. Dopo alcuni anni di esperienza presso le più note librerie del centro storico napoletano, nel 2007 viene assunto da librerie.coop. Dal 2013 dirige il punto vendita flegreo della catena bolognese. Esordisce con la raccolta di racconti Il paese che non voleva cambiare (Manni 2007). Successivamente, attirato dalle iniziative dell’allora presidente Silvio Perrella, prende a collaborare per la Fondazione Premio Napoli, curando per il sito on-line la rubrica "In mezzo ai libri"; i racconti apparsi sul sito confluiranno nell’antologia Incontri notevoli di un libraio militante (Valtrend 2012). Nel 2013 partecipa all’antologia Fuoco sulla città (Ad Est dell’Equatore) con il racconto Fuocoefiamme. Nel 2014 è la volta di Tra le macerie, romanzo pubblicato per l’editore romano Gaffi. Per l’editore Bompiani è in corso di pubblicazione il suo ultimo libro, I famelici.
Beatrice Fini

Beatrice Fini

Beatrice Fini è direttore editoriale di Giunti Editore e presidente del CDA di Editoriale Scienza. Docente di editoria presso l’Accademia Drosselmeier di Bologna, è stata segreteria di redazione delle riviste «Nuovi Argomenti» e «Storia e Dossier» e responsabile narrativa, poesia e saggistica di Maremmi Editori Firenze.
Antonio Franchini

Antonio Franchini

Antonio Franchini è scrittore, editor e direttore editoriale. Fra le sue pubblicazioni: Camerati. Quattro racconti sul diventare grandi (Leonardo 1989, Premio Bagutta Opera prima); Quando scriviamo da giovani (Sottotraccia 1996; nuova edizione, con racconti scelti anche da Camerati, Avagliano 2003). Per l’editore Marsilio escono: Quando vi ucciderete, maestro? (1996); Acqua, sudore, ghiaccio (1998), L’abusivo (2001; nuova edizione tascabile 2009); Cronaca della fine (2003). Seguono: Gladiatori (Mondadori 2006; nuova edizione Il Saggiatore 2016); La principessa, la scimmia e l’elefante (Gallucci 2009, con disegni di Sophie Fatus); nuovamente per Marsilio Signora delle lacrime (2010) e Memorie di un venditore di libri (2011). A partire dal 1991 e per oltre un ventennio è stato direttore editoriale della narrativa italiana per Mondadori; dal 2015 è direttore editoriale della narrativa di Giunti-Bompiani.
Alessandro Grazioli

Alessandro Grazioli

Responsabile comunicazione e ufficio stampa presso Sellerio Editore
Maria Cristina Guerra

Maria Cristina Guerra

Maria Cristina Guerra lavora per l’agenzia letteraria Grandi & Associati, una delle più antiche agenzie letterarie italiane – nonché l’unica che si occupi di editoria per ragazzi – e da qualche tempo ne è socia. Tra gli autori e le autrici rappresentati dall’agenzia ci sono, tra gli altri, Eraldo Affinati, Edoardo Albinati, Irene Bignardi, Laura Bosio, Massimo Cacciapuoti, Mauro Covacich, Mario Desiati, Paolo Di Stefano, Valerio Evangelisti, Davide Ferrario, Arnoldo Foà, Alessio Forgione, Chicca Gagliardo, Fabio Geda, Lisa Ginzburg, Lia Levi, Valerio Massimo Manfredi, Bruno Nacci, Antonella Ossorio, Alessandro Perissinotto, Romana Petri, Brunella Schisa, Chiara Valerio.
Giulia Ichino

Giulia Ichino

Giulia Ichino lavora da vent’anni nel mondo editoriale. Ha iniziato in Mondadori – prima come correttrice di bozze, poi come redattrice e editor di narrativa italiana – e lavora oggi al gruppo Giunti, dove è editor per la narrativa in Bompiani. Ha seguito, tra gli altri, l’editing dei testi di Niccolò Ammaniti, Andrea Camilleri, Chiara Gamberale, Paolo Giordano, Claudio Magris, Marco Malvaldi, Margaret Mazzantini, Alessandro Piperno, Bianca Pitzorno, Giuseppe Pontiggia, Roberto Saviano e Antonio Scurati.
Paola Italia

Paola Italia

Paola Italia è nata a Milano e vive a Firenze. Si è occupata di vari autori e tematiche dell’Ottocento e del Novecento, con una particolare attenzione ai problemi filologici e linguistici legati alle edizioni dei testi (Editing Novecento, Salerno 2013) e allo studio e all’edizione delle varianti degli autori (Che cos’è la filologia d’autore, con Giulia Raboni, Carocci 2010), tra cui Manzoni e Leopardi (Il metodo di Leopardi, Carocci 2016). In ambito novecentesco si è occupata di Savinio (Il pellegrino appassionato, Sellerio 2004), Bassani (Opere, Mondadori 2012), Tobino (Opere scelte, Mondadori 2007) e Gadda (Come lavorava Gadda, Carocci 2017). Con Giorgio Pinotti e Claudio Vela è responsabile della nuova edizione Adelphi delle Opere di Gadda (Accoppiamenti giudiziosi, 2011, Eros e Priapo, 2016).
Manuela La Ferla

Manuela La Ferla

Manuela La Ferla lavora in campo editoriale da oltre trent’anni. Come consulente e/o editor responsabile di Scrittori italiani ha lavorato per Adelphi, Cadmo, Einaudi, Fazi, Feltrinelli, Hopefulmonster, Il Saggiatore, Longanesi, Rizzoli, Theoria. Come Literary Editor segue la Collana «Arya» di Giunti dedicata a giovanissimi lettori: Romanzi di Autori italiani. Ha collaborato per un oltre un decennio a diverse testate, tra cui «La Stampa», «Sette» del «Corriere della Sera», «diario della settimana» ed «Elle» e curato pubblicazioni di Letteratura fantastica e di Storia dell’editoria. Ha pubblicato con Sellerio la prima biografia di Roberto Bazlen: Diritto al silenzio. Nel 2013 ha fondato a Firenze la «Casa dell’autore»: www.casadellautore.it. Insegna Editing e Editoria in diverse Scuole e Corsi Magistrali in Italia.
Gerardo Mastrullo

Gerardo Mastrullo

Gerardo Mastrullo lavora da quasi quarant’anni nel mondo editoriale. Bibliotecario e libraio, è stato direttore marketing per l’area linguistica (dizionari e prodotti multimediali) di Garzanti e di Utet, prima di passare a Red Edizioni, di cui è stato direttore generale. Dal 2006 si occupa a tempo pieno della sua casa editrice, La Vita Felice, fondata nel 1992. Ha insegnato “Progettazione e tecniche editoriali” nei corsi di specializzazione postuniversitari organizzati con i contributi CEE e dal 2014 è docente del Master di specializzazione nei mestieri dell’editoria “MasterBook” presso l’università IULM di Milano.
 Giuseppe Montesano

Giuseppe Montesano

Ha scritto i romanzi Nel corpo di Napoli (Mondadori 1999, Superpremio Vittorini, Premio Napoli, finalista Premio Strega); A capofitto (Sottotraccia 1996; nuova edizione Mondadori 2000); Di questa vita menzognera (Feltrinelli 2003, Premio Selezione Campiello, Premio Viareggio-Rèpaci); Magic People (Feltrinelli 2005). Ha tradotto molti scrittori francesi, tra cui La Fontaine, Gautier, Flaubert, Villiers de l’Isle-Adam, e curato opere di Dick, Savinio, Tournier, Malaparte, Hesse, Dumas, Ottieri. Ha scritto Il ribelle in guanti rosa. Charles Baudelaire (Mondadori 2007, Premio Vittorini) sul poeta di cui ha curato, con Giovanni Raboni, le opere per I Meridiani (1996, Premio Prezzolini-Lugano). e ha curato le Opere di Ottiero Ottieri, 2009, Meridiani Mondadori. Il suo libro più recente è il saggio Come diventare vivi. Un vademecum per lettori selvaggi (Bompiani 2017), séguito ideale di Lettori selvaggi. Dai misteriosi artisti della preistoria a Saffo a Beethoven a Borges la vita vera è altrove (Giunti 2016, Premio Viareggio, Premio Napoli). Per il teatro ha scritto un radiodramma per la Rai e curato la drammaturgia di Magic People Show, spettacolo andato in scena, tra l’altro, al Piccolo di Milano e al Teatro Nazionale di Madrid. Ha anche scritto per lo spettacolo Servillo dice Napoli, e ha tradotto il Lélio di Berlioz per Toni Servillo al San Carlo di Napoli. Collabora con «Il Mattino e con «Il Messaggero» e scrive per «l’Unità».
Giuseppe Patota

Giuseppe Patota

Giuseppe Patota è Accademico della Crusca, socio nazionale dell’Accademia dell’Arcadia, socio dell’Associazione per la Storia della Lingua Italiana e della Société Internationale Leon Battista Alberti e giurato del Premio Strega. È membro del comitato scientifico del «Bollettino di Italianistica» e degli «Studi Linguistici Italiani» (riv. fascia A). Direttore scientifico del Dizionario Italiano Garzanti dal 2004 al 2015, nel 2018 ha condiretto una nuova edizione del Vocabolario Treccani. Dal 2015 dirige le collane “Grammatiche e lessici pubblicati dall’Accademia della Crusca” e “Le varietà dell’italiano. Scienze arti professioni”. Nel 2017 ha vinto il premio dell’Accademia dei Lincei “Ministro dei Beni Culturali” per la Linguistica e la Filologia; nel 2019 ha vinto il Premio Cesare Pavese per la saggistica con La grande bellezza dell’italiano. Il Rinascimento (Laterza). Ha al suo attivo circa centotrenta pubblicazioni, alcune delle quali tradotte e pubblicate in Francia e in Giappone. È consulente linguistico di Rai Scuola per la didattica dell’italiano.
Gianni Pipola

Gianni Pipola

Formatosi nell’azienda di famiglia, dove ha appreso le nozioni fondamentali della stampa e dell’impaginazione, ha maturato una grande esperienza nel settore della grafica editoriale restando sempre aggiornato sull’utilizzo di nuove metodologie e nuovi software. Lavorando ancora adesso in tipografia è in grado di seguire e gestire tutte le fasi di lavorazione del prodotto: dall’impaginazione alla stampa all’allestimento. È responsabile del settore grafica e prestampa nonché di stampa digitale.
Alessia Polli

Alessia Polli

Alessia Polli ha maturato una lunga esperienza nel mondo dell’editoria: tra il 2003 e il 2008 è stata editor Junior in Fazi, poi free lance editor per Neri Pozza. Tra il 2007 e il 2016 è stata foreign fiction editor per la Fandango. Oggi è story editor e producer per Grøenlandia Film.
Alberto Rollo

Alberto Rollo

Alberto Rollo è scrittore, saggista e critico letterario. Attualmente è consulente per la Narrativa Mondadori. È stato direttore editoriale della Baldini+Castoldi e, per oltre vent’anni, responsabile del Tascabile e direttore letterario per la casa editrice Feltrinelli. Traduttore dall’inglese, ha firmato la nuova edizione di A sangue freddo di Truman Capote (Garzanti 2019). È autore di Un’educazione milanese (Manni Editore 2016, Finalista Premio Strega 2017).
Loretta Santini

Loretta Santini

Loretta Santini è direttore editoriale di Elliot edizioni, marchio nato a Roma nel 2007 che fa parte del gruppo LIT con Castelvecchi, Arcana e Ultra.
Marco Sbrozi

Marco Sbrozi

Marco Sbrozi si è laureato in filosofia all’Università degli Studi di Pavia nel 1986 in Storia della filosofia medievale. Ha pubblicato il saggio Metodo matematico e pensiero teologico nel “De causa Dei” di Thomas Bradwardine in «Studi Medievali», 3a serie, XXXI, I, 1990; la traduzione e le note de Il servo arbitrio di Martin Lutero, a cura di Fiorella De Michelis Pintacuda (Claudiana 1993; 2a ed. 2017) e, nel volume collettivo in onore di Franco Alessio Il mestiere di studiare e insegnare filosofia (Wise 2000), Il Sermo epinicius di Thomas Bradwardine. Introduzione, traduzione e note. È direttore editoriale della casa editrice Hoepli di Milano.
Anna Toscano

Anna Toscano

Anna Toscano insegna Lingua italiana e Italiano per il Web presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia e collabora con Università italiane ed estere. Come giornalista pubblicista scrive per varie testate cartacee e on-line, tra le quali «Il Sole 24 Ore», «Doppiozero», «minima&moralia». Ha lavorato come editor, ufficio stampa, collaborato con varie scuole di scrittura e fondato “Lo Squero della parola”, laboratorio di scrittura. Sesta e ultima raccolta di poesie è Al buffet con la morte (La Vita Felice 2018), liriche, racconti e saggi sono rintracciabili in riviste e antologie; sua la curatela di cataloghi e libri. Varie le esperienze teatrali e radiofoniche. È fotografa professionista. Nel 2017 ha vinto il Premio Natura Donna Impresa.

Restiamo in contatto

Iscriviti alla Newletter

Ricevi nella tua casella email tutti gli aggiornamenti sulle nostre attività, corsi, eventi, appuntamenti.

mappa black

Lalineascritta ha la sua sede a Napoli (Vomero), in Via Kerbaker 23, all'interno della Galleria Vanvitelli (accanto a La Compagnia della Casa) , al piano ammezzato.

E' a 50 metri dalla Metropolitana Linea 1 (fermata Piazza Vanvitelli) e da tutte le funicolari: Centrale, Montesanto e Chiaia.