Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie policy cliccando sul pulsante.

LalineaDrammaturgia

Laboratori di scrittura drammaturgica

In scena!
Scrivere per il teatro

Laboratorio di drammaturgia

con STEFANIA BRUNO


Febbraio - Maggio 2022
Giovedì h 18,00 - 21,00


Un laboratorio di scrittura drammaturgica rivolto ad autori, attori, registi, studenti e appassionati di scrittura e teatro. Un percorso teorico pratico di 12 incontri di 3 ore ciascuno per apprendere e sperimentare gli strumenti, le tecniche, le forme e i generi della scrittura per il teatro.


Il corso sarà fruibile simultaneamente in presenza e in diretta web su piattaforma Zoom


IL PROGRAMMA

3 febbraio – 5 maggio 2022

(3, 10, 17 febbraio / 3, 10, 17, 31 marzo / 7, 14, 21, 28 aprile / 5 maggio)

Giovedì h 18-21

Il corso sarà fruibile contemporaneamente in presenza e in diretta web su piattaforma Zoom (In mancanza del numero minimo di partecipanti da vivo, il corso si svolgerà esclusivamente in diretta web)

Un laboratorio di scrittura drammaturgica rivolto ad autori, attori, registi, studenti e appassionati di scrittura e teatro. Un percorso teorico pratico di 12 incontri di 3 ore ciascuno per apprendere e sperimentare gli strumenti, le tecniche, le forme e i generi della scrittura per il teatro, dall’immaginazione e la costruzione della storia fino alle ipotesi di messinscena.

Obiettivo del laboratorio è accompagnare ciascun partecipante nella pratica della scrittura, attraverso un metodo in cui la dimensione personale e unica dell’immaginazione creativa e la scrittura di ciascuno viene alimentata attraverso la dinamica di gruppo, il confronto e lo studio del repertorio di testi e forme spettacolari della tradizione occidentale, con interventi a sorpresa di professionisti della scena a moltiplicare i punti di vista sul teatro.

 

La scrittura, le storie, la scena (3 febbraio- 3 marzo)

Iniziare è sempre la cosa più difficile. Cosa vogliamo raccontare e in che modo possiamo farlo sulla scena, quali e quanti passaggi dobbiamo fare e quali strumenti ci servono affinché le storie che affiorano potenti alla nostra immaginazione diventino materia e forma di uno spazio teatrale? I primi quattro incontri del laboratorio saranno dedicati a sperimentare gli strumenti attraverso i quali la storia diventa racconto, il racconto trama e la trama si organizza nello spazio attraverso il movimento dell’azione drammatica.

La vita nella scena (10 marzo-7 aprile)

In teatro tutta la vita dei nostri personaggi inizia e finisce sulla scena. Una volta che lo spettacolo è finito, le luci in sala si accendono e cala il sipario non è più possibile raccontare nulla di loro. Essi devono poter dire, mostrare o evocare molto di più di quanto nella vita vera sarebbe possibile in un tempo e in uno spazio limitati. Dedicheremo quattro incontri a scrivere i personaggi e la loro vita sulla scena, sperimentando le forme del monologo e le diverse drammaturgie del dialogo.

Il mestiere del dramaturg (14 aprile-5 maggio)

L’ultima sezione del laboratorio sarà dedicata a conoscere e sperimentare alcune delle mansioni del dramaturg, una figura professionale che non solo scrive per il teatro, ma legge e seleziona i testi per il regista e, a volte, lo affianca nella messinscena. In questa fase del percorso sperimenteremo alcune delle questioni relative alla messinscena dei testi, a come queste condizionano le scelte dei registi e orientano, di conseguenza, il repertorio e capiremo come mantenere il nostro punto di vista di autori e contemporaneamente trarre arricchimento dal confronto con la scrittura degli altri.

 

Chi conduce

Stefania Bruno

Stefania Bruno

Dottoressa di ricerca in Storia del teatro moderno e contemporaneo, drammaturga e formatrice. Dopo aver seguito laboratori teatrali con lo storico gruppo Odin Teatret, di drammaturgia con Enzo Moscato e di mimo corporeo astratto presso l’ICRA Project di Michele Monetta, dal 2006 si è formata con Lalineascritta Laboratori di Scrittura.
È autrice di racconti editi in antologia («Granta», Rizzoli, Fughe, Perrone) ed è dramaturg per la cooperativa En Kai Pan, di cui è socia fondatrice, e autrice di drammaturgie originali e adattamenti (tra gli altri, El Romancero de Lazarillo, Crudele d’amor, La Repubblica di Utopia, Commedia in tempo di peste), tutti prodotti da En Kai Pan.
Dal 2010 collabora con Lalineascritta, conducendo laboratori di narrazione in scuole di ogni ordine e grado, associazioni e case-famiglia; dal 2013 conduce i laboratori di drammaturgia.
Nel 2016 e 2017 ha collaborato all’Archivio Narrato, stage residenziali presso l’Archivio Storico del Banco di Napoli, conducendo stage di drammaturgia ispirati a documenti d’archivio.
Ha collaborato alla progettazione del master universitario SEMA – Mestieri dell’editoria dall’artigianato al digitale, organizzato da Lalineascritta in collaborazione con l’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli, di cui è docente di drammaturgia.
Suoi articoli e saggi sul teatro sono pubblicati e in corso di pubblicazione, su rivista e in volume, in Italia «Acting Archives», Fondazione Giorgio Cini, «Aracne», Inghilterra «Rutledge».



Costi

  • € 380,00 adulti 
  • € 340,00 studenti

È possibile pagare in due rate: 200 euro all'iscrizione + 15 euro di tesseramento associativo annuale, 180 (140 se studenti) entro il 17 marzo 2022.

Scadenza iscrizioni 29 gennaio 2022.

ISCRIVITI ONLINE

Con paypal o carta di credito

Seleziona tipo di iscrizione:
Aggiungi un messaggio / nota


Con bonifico

all'IBAN IT49L0503403409000000022715
intestato a Associazione Culturale Aldebaran Park
specificando nella causale "Iscrizione In scena"

Restiamo in contatto

Iscriviti alla Newletter

Ricevi nella tua casella email tutti gli aggiornamenti sulle nostre attività, corsi, eventi, appuntamenti.

mappa black

Lalineascritta ha la sua sede a Napoli (Vomero), in Via Kerbaker 23, all'interno della Galleria Vanvitelli (accanto a La Compagnia della Casa) , al piano ammezzato.

E' a 50 metri dalla Metropolitana Linea 1 (fermata Piazza Vanvitelli) e da tutte le funicolari: Centrale, Montesanto e Chiaia.