Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie policy cliccando sul pulsante.

mgf

I magnifici sette

di e con Giuseppe Montesano

Sette lezioni magistrali sull'arte dello scrivere (e del leggere) per sette grandi classici della letteratura.

dal 30 ottobre 2014 al 28 aprile 2015

Le sette lezioni si terranno nell'ambito dei tre livelli di corso del Laboratorio di Scrittura. Le lezioni sono aperte anche ai non iscritti ai corsi annuali con un contributo per singola lezione o per le sette lezioni totali (vedi alla voce Costi e Iscrizioni).

giovedì 30 ottobre 2014

Arthur Rimbaud

ovvero:

Una splendida estate all'inferno


Giovedì  13 novembre 2014

Philip K. Dick

ovvero:

Io sono vivo e voi siete tutti mostri


Giovedì 18 dicembre 2014

PIERRE A. F. CHODERLOS DE LACLOS

ovvero:

Libertine di tutte il mondo, unitevi


Martedì 20 gennaio 2015

QUEVEDO, LAZARILLO, MONTESANO & Co.

ovvero:

Corpo, ti prego, scrivimi!

Lunedì 16 febbraio 2015

WITOLD GOMBROVICZ

ovvero:

Sesso sì, ma in segreto, please


Martedì 24 marzo 2015

ELSA MORANTE

ovvero:

Menzogna e sortilegio


Martedì 28 aprile 2015

STENDHAL

ovvero:

La bellezza è la promessa della felicità

 

 



Giuseppe Montesano

Ha scritto i romanzi Nel corpo di Napoli (Mondadori, 1999), Superpremio Vittorini, Premio Napoli, finalista Premio Strega; A capofitto (Mondadori, 2000); Di questa vita menzognera (Feltrinelli, 2003), Premio Selezione Campiello, Premio Viareggio; Magic People (Feltrinelli, 2005); Il ribelle in guanti rosaCharles Baudelaire (Mondadori, 2007), Premio Vittorini.
Ha tradotto autori francesi, tra cui La Fontaine, Gautier, Flaubert, Villiers de l’Isle-Adam, e per i Meridiani Mondadori ha curato e tradotto le Opere di Baudelaire (Premio Prezzolini-Lugano 1996) e ha curato le Opere di Ottiero Ottieri (Meridiani Mondadori, 2009).
Fra le opere più recenti: Lettori selvaggi: dai misteriosi artisti della preistoria a Saffo a Beethoven a Borges (Giunti 2016); La vita vera è altrove (Giunti 2016), vincitore Premio Viareggio 2017 e Premio Napoli 2017; Come diventare vivi, un vademecum per Lettori selvaggi (Bompiani, 2017); Baudelaire è vivo. I fiori del male tradotti e raccontati (Giunti, 2021).
Per il teatro ha scritto un radiodramma per la Rai, curato la drammaturgia di Magic People Show, spettacolo andato in scena al Piccolo di Milano e al Teatro Nazionale di Madrid. Ha anche scritto per lo spettacolo Servillo dice Napoli, e ha tradotto il Lélio di Berlioz per Toni Servillo al San Carlo di Napoli.
Collabora a “Il Mattino”, “Il Messaggero” e scrive per “L’Unità”.

Giuseppe Montesano

Ha scritto i romanzi Nel corpo di Napoli (Mondadori, 1999), Superpremio Vittorini, Premio Napoli, finalista Premio Strega; A capofitto (Mondadori, 2000); Di questa vita menzognera (Feltrinelli, 2003), Premio Selezione Campiello, Premio Viareggio; Magic People (Feltrinelli, 2005); Il ribelle in guanti rosaCharles Baudelaire (Mondadori, 2007), Premio Vittorini.
Ha tradotto autori francesi, tra cui La Fontaine, Gautier, Flaubert, Villiers de l’Isle-Adam, e per i Meridiani Mondadori ha curato e tradotto le Opere di Baudelaire (Premio Prezzolini-Lugano 1996) e ha curato le Opere di Ottiero Ottieri (Meridiani Mondadori, 2009).
Fra le opere più recenti: Lettori selvaggi: dai misteriosi artisti della preistoria a Saffo a Beethoven a Borges (Giunti 2016); La vita vera è altrove (Giunti 2016), vincitore Premio Viareggio 2017 e Premio Napoli 2017; Come diventare vivi, un vademecum per Lettori selvaggi (Bompiani, 2017); Baudelaire è vivo. I fiori del male tradotti e raccontati (Giunti, 2021).
Per il teatro ha scritto un radiodramma per la Rai, curato la drammaturgia di Magic People Show, spettacolo andato in scena al Piccolo di Milano e al Teatro Nazionale di Madrid. Ha anche scritto per lo spettacolo Servillo dice Napoli, e ha tradotto il Lélio di Berlioz per Toni Servillo al San Carlo di Napoli.
Collabora a “Il Mattino”, “Il Messaggero” e scrive per “L’Unità”.

Restiamo in contatto

Iscriviti alla Newletter

Ricevi nella tua casella email tutti gli aggiornamenti sulle nostre attività, corsi, eventi, appuntamenti.

mappa black

Lalineascritta ha la sua sede a Napoli (Vomero), in Via Kerbaker 23, all'interno della Galleria Vanvitelli (accanto a La Compagnia della Casa) , al piano ammezzato.

E' a 50 metri dalla Metropolitana Linea 1 (fermata Piazza Vanvitelli) e da tutte le funicolari: Centrale, Montesanto e Chiaia.