Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie policy cliccando sul pulsante.

Strane Coppie 2021 Tell the music

Lalineascritta Laboratori di Scrittura

presenta

STRANE COPPIE 2022 In Festival | 14ma edizione

viaggio journey voyage reise viaje pûtuvane

viaggi del cuore, dell’immaginazione, della memoria, della scienza, della storia, della musica

settembre - ottobre - novembre 2022

 

Per due anni viaggiare è stato difficile a causa della pandemia e sempre più i venti di guerra e di crisi ostacolano l’antico sogno del viaggiatore in cerca d’avventura.

Che sia superare il limite dell’ignoto o conquistare un tesoro, fondare di nuove città o esplorare terre lontane, il viaggio ha sempre anche un significato spirituale e creativo potente: il viaggio della crescita, della consapevolezza di sé, il viaggio ultraterreno o extracorporeo, il viaggio dell’identità, il viaggio della creazione artistica.

Strane Coppie, giunto al suo quattordicesimo anno di vita, cercherà di restituire almeno in parte la complessità del viaggio nell’esperienza umana con le consuete armi bianche della letteratura, del teatro, dell’arte e della musica, trasformandosi anche nella formula: l’idea di #stranecoppieinfestival è che uno spazio aperto, estivo, di incontro e condivisione nell’arte e nella natura, dopo tanta reclusione, separazione e divisione sociale, sia uno spazio necessario per poter davvero ripartire verso un viaggio collettivo di maggiore consapevolezza.

Per questo la manifestazione si svolgerà presso l’Atrio delle Trentatré, refettorio dell’antichissimo monastero napoletano delle Trentatré sito nel decumano più antico della città, fra sale, cantine e giardini segreti.

In #stranecoppieinfestival sei saranno gli incontri dedicati a coppie (o gruppi) di autori classici e contemporanei che hanno attraversato in vario modo il tema del viaggio con il consueto modulo del dialogo d’autore ma, a questa consolidata formula, si aggiungeranno concerti tematici e laboratori esperienziali, di scrittura, segno, colore, meditazione, drammaturgia e, novità assoluta, di lettura.

Lalineascritta Laboratori di Scrittura è lieta del sostegno di Banco BPM, Goethe Institut, Instituto Cervantes e del patrocinio dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, dell’Università “L’Orientale”, della partnership con Libreria Ubik e Chiaia Hotel de Charme.

Gli autori di questa edizione sono stati scelti per raccontare l’immortale viaggio della musica, il volo del viaggio fantastico e quello della fantascienza, con particolare attenzione alla letteratura delle donne.

 

Un primo incontro riguarderà la straordinaria e immortale musica di Giacomo Puccini e la scrittura dei suoi librettisti, da Marco Praga a Giuseppe Giacosa a Giuseppe Adami, fini co-autori di capolavori del viaggio esotico/fantastico, che abita l’immaginazione fin de siècle sulla soglia dell’incontro con il Giappone e l’Asia: da Madama Butterfly a Turandot la storia di capolavori immortali e sempre amati.

Il secondo appuntamento si concentrerà sul viaggio fantastico, allucinato e soprannaturale, del realismo magico di un grande classico del Novecento italiano molto dimenticato, Massimo Bontempelli, in questi anni fresco di ristampa per i tipi della casa editrice milanese Utopia. Letteraria Europea, messo a confronto con un grande classico della letteratura tedesca, E. T. A. Hoffmann.
Bontempelli fu anche autore musicale: poligrafo inesauribile, romanziere, drammaturgo per la scena e per la radio, scrisse spesso le colonne sonore dei suoi stessi spettacoli. Così, Hoffmann, indimenticabile autore de Gli elisir del diavolo, dei Racconti notturni, maestro ispiratore del concetto di perturbante tratteggiato in seguito da Freud, fu anche abilissimo e prolifico compositore, mentre le sue novelle rivivono per sempre nella riformulazione operistica di Jacques Offenbach.
Un incontro dedicato quindi a riscoprire le radici notturne e oniriche della scrittura fantastica sulla soglia fra Otto e Novecento e anche le partiture di Hoffmann e Bontempelli, in un breve concerto che seguirà il racconto dialogato degli autori.

Terza coppia di #stranecoppieinfestival tutta al femminile: dal fantastico al fantasy alla fantascienza, ecco due maestre, l’argentina Silvina Ocampo, scrittrice amatissima da Borges, che con lei e Adolfo Bioy Casares realizzò la celebre Antologia della letteratura fantastica, e l’americana Ursula K. Le Guin, vincitrice del Premio Nebula, molte volte adattata in formato cinematografico e recentemente scomparsa.

Ultimo incontro del week end estivo tutto dedicato invece ad autori giovani e viventi della letteratura tedesca, cilena, bulgara e spagnola, ovvero Javier Cercas, Daniel Khelmann, Benjamin Labatut, Georgi Gospodinov: qual è il confine contemporaneo di scienza, memoria e Storia?
Quattro importanti scrittori contemporanei che in anni recenti hanno restituito ai lettori la complessità dei generi letterari con acuta capacità nel fotografare l’incerto e allucinato viaggio del nostro presente.

In autunno sarà invece la volta di Romano Bilenchi, fra i maestri indispensabili ma trascurati della letteratura italiana del Novecento, e di Frances Hodgson Burnett, autrice dei popolarissimi Il piccolo Lord e Il giardino segreto: da prospettive diverse e da differenti lingue, ecco il mistero del crescere, il viaggio nella terra di mezzo che dall’infanzia porta all’età adulta.

Infine, eccoci all’ultimo appuntamento di #stranecoppieinfestival con le viaggiatrici: anche in tempi difficili le donne viaggiano, Madame de Staël visita l’Italia, Matilde Serao la Palestina, Sybille Bedford il Messico, Fausta Cialente racconta l’Egitto.
In secoli diversi e con attitudini varie, le scrittrici narrano, vivono, interpretano, a volte abitano, il lontano.

I preziosi interventi musicali curati da Paolo Coletta e Francesco d’Errico insieme ai laboratori e alle meditazioni a cura dello staff de Lalineascritta completano la cornice.

La manifestazione è completamente gratuita e aperta al pubblico.

Per partecipare ai laboratori e alla meditazione è gradita prenotazione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

IL PROGRAMMA

17/18 settembre 2022
sabato e domenica

Monastero delle Trentatré via Armanni 16 - Napoli

Sala Maria Lorenza Longo
Giardino del Monastero

17 settembre sabato

Meditazione en plein air
ore 10-11
Giardino del Monastero

IL VIAGGIO DEL CUORE
con ADITI (Rosaria Maglio) e LEELA (Titti Capezzuto)

 

Strane Coppie
ore 11-12
Sala Maria Lorenza Longo

LA MUSICA DEL SOGNO
Puccini & librettisti, ovvero Giacosa e Illica, Praga, Adami…

con Marta Morazzoni e Paolo Coletta | coordina Antonella Cilento | letture di Fabio Cocifoglia, musica Paolo Coletta

 

Concerto
ore 12.30
Sala Maria Lorenza Longo

PUCCINI, IN TE RAVVISO
con Paolo Coletta, pianoforte | Daniela Fiorentino, voce

 

Laboratorio arti visive
ore 15-16
Giardino del Monastero

L’IMMAGINE PARLANTE
con Iole Cilento

 

Laboratorio di lettura
ore 16.30-17.30
Giardino del Monastero

IL ROMANZO CONTEMPORANEO TEDESCO E SPAGNOLO
con Domenico Esposito e gli studenti de Lalineascritta

 

Strane Coppie
ore 18-19
Sala Maria Lorenza Longo

VISIONI
Massimo Bontempelli & E.T.A. Hoffmann

con Giuseppe Montesano e Marinella Mascia Galateria | coordina Antonella Cilento

letture di Orlando Cinque, musica Francesco D'Errico

 

Concerto
ore 20-21
Sala Maria Lorenza Longo

FRANCESCO D'ERRICO TRIO
Francesco D'Errico, pianoforte | Marco de Tilla, contrabbasso | Marco Fassari, batteria

 

18 settembre domenica

Laboratori
ore 10-11.30
Giardino del Monastero

LABORATORIO DI SCRITTURA, MEDITAZIONE E ARTI VISIVE
con Antonella Cilento, Rosaria Maglio e Iole Cilento

 

Strane Coppie
ore 12-13
Sala Maria Lorenza Longo

FANTASCIENZA E FANTASTICO AL FEMMINILE.
Ursula K. Le Guin & Silvina Ocampo
con Laura Bosio e Giuliana Misserville | coordina Antonella Cilento | letture di Gea Martire, musica di Paolo Coletta

 

Laboratorio di lettura
ore 15-16
Giardino del Monastero

IL VIAGGIO DELLA SCENA
con Stefania Bruno

 

Laboratorio di lettura
ore 16.30-17.30
Giardino del Monastero

IL ROMANZO CONTEMPORANEO TEDESCO E SPAGNOLO
con Domenico Esposito e gli studenti de Lalineascritta

 

Strane Coppie
ore 18-19
Sala Maria Lorenza Longo

SCIENZA, MEMORIA&STORIA. QUATTRO SCRITTORI (Germania, Cile, Bulgaria, Spagna)
Javier Cercas, Daniel Kehlmann, Benjamin Labatut, Georgi Gospodinov
con Demetrio Paolin e Bruno Arpaia | coordina Antonella Cilento | letture di Fabio Cocifoglia, musica di Paolo Coletta

 

Concerto
ore 20-21
Sala Maria Lorenza Longo

FRANCESCO D'ERRICO E TOMMASO ROSSI DUO
Francesco D'Errico, pianoforte | Tommaso Rossi, flauti
Rilettura e riscrittura tra passi e frammenti delle musiche di Massimo Bontempelli e Jacques Offenbach

 

20 ottobre 2022 giovedì

Monastero delle Trentatré via Armanni 16 - Napoli

Strane Coppie
ore 18.30-20.30
Sala Maria Lorenza Longo

CRESCERE: UN VIAGGIO. 
Romano Bilenchi & Frances Hodgson Burnett (ovvero Anna e Bruno e Il giardino segreto)
con Giorgio Van Straten e Claudio Piersanti | coordina Antonella Cilento  

letture di Gea Martire, musica di Paolo Coletta

24 novembre 2022 giovedì

Monastero delle Trentatré via Armanni 16 - Napoli

Strane Coppie
ore 18.30-20.30
Sala Maria Lorenza Longo

LE VIAGGIATRICI. DA MADAME DE STAËL A SYBILLE BEDFORD 
con Melania G. Mazzucco e Anna Toscano | coordina Antonella Cilento  

letture di Gea Martire, musica di Paolo Coletta

 
 
-------------------
 
Ufficio stampa: 

Brunella Bianchi
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
331 263 0029

Restiamo in contatto

Iscriviti alla Newletter

Ricevi nella tua casella email tutti gli aggiornamenti sulle nostre attività, corsi, eventi, appuntamenti.

mappa black

Lalineascritta ha la sua sede a Napoli (Vomero), in Via Kerbaker 23, all'interno della Galleria Vanvitelli (accanto a La Compagnia della Casa) , al piano ammezzato.

E' a 50 metri dalla Metropolitana Linea 1 (fermata Piazza Vanvitelli) e da tutte le funicolari: Centrale, Montesanto e Chiaia.