Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie policy cliccando sul pulsante.

SC 2020 5 FB 1200x675

Strane Coppie 2020 shadows  | Quinto incontro

Giovedì 19 novembre 2020 ore 18.30

EVENTO TRASMESSO IN DIRETTA STREAMING SUI CANALI YOUTUBE E FACEBOOK DE LALINEASCRITTA

http://www.youtube.com/user/Lalineascrittalab

https://www.facebook.com/lalineascrittalaboratori/ 

Akutagawa Ryūnosuke e Dino Buzzati 

e le ombre di Stevenson, Conrad, Kafka...


Con Giorgio Amitrano e Laura Bosio


Letture di Cristian Giammarini
Selezione iconografica e cinematografica di Marco Alfano  

Strane Coppie, rassegna iniziata lo scorso febbraio, arriva al traguardo del quinto ed ultimo appuntamento dell'edizione 2020 giovedì 19 novembre alle h 18,30 IN DIRETTA FACEBOOK E YOUTUBE

Strane Coppie - Shadows voleva evocare le ombre, quelle del nostro tempo e quelle personali, gli incubi che inseguono i grandi scrittori, e siamo stati accontentati: per questo incontro finale che avrebbe dovuto tenersi a Milano e avrà luogo in diretta streaming causa pandemia, ecco due maestri del fantastico e dell’ombra: l’amatissimo Dino Buzzati, che generazioni di lettori incontrano con gioia e stupore sempre rinnovati, e Akutagawa Ryūnosuke Ryunosuke, maestro e padre della letteratura giapponese (il più prestigioso dei premi letterari nipponici è a lui intestato), ispiratore del capolavoro di Kurosawa Akira, Rashomon.

Akutagawa è, come molti artisti giapponesi, innamorato dell’Occidente eppure le sue pagine sono infestate dai fantasmi della tradizione nipponica, almeno quanto l'opera di Buzzati lo è da quelli della letteratura fantastica ottocentesca e delle fiabe popolari. Un incontro che consegnamo alle sapienti mani di Laura Bosio, scrittrice, editor, finalista Premio Strega, raffinatissima lettrice e a quelle di Giorgio Amitrano, traduttore di alcuni fra i più amati autori giapponesi classici e contemporanei, docente di letteratura giapponese all’Istituto Orientale di Napoli, fra i massimi yamatologi italiani.

Le letture sono affidate a Cristian Giammarini.

L’incontro sarà fruibile gratuitamente in diretta web su Facebook e su YouTube per tutti.

 

Vai al programma completo di Strane Coppie 2020

Gli ospiti

Giorgio Amitrano GIORGIO AMITRANO  è uno dei massimi yamatologi italiani. Per quattro anni direttore dell’Istituto di Cultura italiana a Tokyo, è attualmente titolare della cattedra di Lingua e letteratura giapponese all’Università degli studi di Napoli L’Orientale. È traduttore in italiano delle opere di Banana Yoshimoto e Haruki Murakami; ha anche tradotto romanzi di Yasunari Kawabata e Yasushi Inoue e Miyazaka Kenji. Per il suo lavoro, ha vinto nel 2008 il Premio Grinzane Cavour per la traduzione e il XII Premio Noma Bungei per la traduzione. 
È vice direttore della rivista Poetica, mentre dal 2004 scrive per il mensile di arte figurativa e letteratura Paragone. È collaboratore sulle principali testate culturali italiane: Corriere della Serala Repubblica, Il ManifestoAliasL'indice dei libri del mese e Nuovi argomenti.
Come autore, ha pubblicato a cura della Italian School of East Asian Studies il volume The New Japanese Novel: Popular Culture and Literary Tradition in the Work of Murakami Haruki and Yoshimoto Banana (1996) e per l'editore Feltrinelli Il mondo di Banana Yoshimoto (1999; edizione ampliata 2007). Sempre nel 2007, ha curato l'introduzione al libro I miei cani dell'artista Giosetta Fioroni.
Nel 2018 è uscito Iroiro. Il Giappone tra pop e sublime (DeA Planeta), meraviglioso attraversamento del Giappone letterario, artistico e popolare, autentica guida “interna” a uno dei paesi più misteriosi, amati e influenti della nostra contemporaneità.
 
Laura Bosio LAURA BOSIO  è scrittrice, editor e consulente editoriale. È stata docente di “Tecniche della scrittura” al Master in giornalismo dell’Università Cattolica di Milano. Dal 2015 dirige la scuola di italiano per migranti Penny Wirton Milano. Fra le sue pubblicazioni: I dimenticati (Feltrinelli 1993); Le ali ai piedi (Mondadori 2002); Le stagioni dell’acqua (Longanesi 2007, finalista Premio Strega); D’amore e di ragione. Donne e spiritualità (Laterza 2012); Per seguire la mia stella (con Bruno Nacci, Guanda 2017); Una scuola senza muri (Enrico Damiani Editore 2019).
 
Antonella Cilento 150

ANTONELLA CILENTO (Napoli, 1970) ha pubblicato nel 2018 Morfisa o l’acqua che dorme (Mondadori) e nel 2019 Non leggerai (Arya Giunti). Con Lisario o il piacere infinito delle donne (Mondadori, 2014) è stata finalista al Premio Strega 2014 e vincitrice del Premio Boccaccio 2014 (con traduzioni in Spagna, Francia, Germania, Corea, Lituania). Ha pubblicato romanzi, racconti, reportage: Il cielo capovolto (Avagliano, 2000) Una lunga notte (Guanda, 2002; Premio Fiesole 2002, Premio Viadana, finalista Premio Vigevano, Premio Greppi, selezionato al Festival du Premier Roman di Chambéry), Non è il Paradiso (Sironi, 2003), Neronapoletano (Guanda, 2004), L’amore, quello vero (Guanda, 2005), Napoli sul mare luccica (Laterza, 2006), Nessun sogno finisce (Giannino Stoppani, 2007), Isole senza mare (Guanda, 2009), Asino chi legge (Guanda, 2010), La paura della lince (Rogiosi, 2012), Bestiario napoletano (Laterza, 2015), La Madonna dei mandarini (NN editore, 2015). I suoi romanzi sono tradotti in Francia, Spagna, Lituania, Corea, Germania, Russia, alcuni suoi racconti sono editi in Olanda, Romania e Stati Uniti. Collabora con «Il Mattino», il «Corriere della Sera», «L’Indice dei libri del mese», «Grazia». Ha realizzato per “RAI RadioTre” i racconti radiofonici Voci dal silenzio e Scisciano Paradise. È stata segnalata dal Premio Calvino 1998 per il romanzo inedito Ora d’aria e ha vinto il Premio Tondelli con la sua tesi di laurea. Ha scritto numerosi testi per il teatro (fra gli altri: L’angelo della casa, Napoli Teatro Festival e Teatro Mercadante; Itagliani!, in tournée con Margherita Di Rauso; Cafone!, in tournée con Gea Martire) e sceneggiature di corti (regie di Sandro Dionisio e Mario Martone). Un suo manuale dedicato alla scrittura creativa è stato pubblicato da Simone Editore nel 2000: A. Cilento e A. Piedimonte, Scrivere. Guida ai mondi della parola scritta. Ha ideato e conduce il Laboratorio di scrittura Creativa Lalineascritta dal 1993 presso associazioni, librerie, scuole di ogni ordine e grado, forma insegnanti e studenti in tutt’Italia. Ha diretto dal 2005 al 2008 la Scuola Le Scimmie presso l’UPAD di Bolzano.

Ha ideato e realizzato STRANE COPPIE (dodici edizioni) con FCA - Fondazione Cultura e Arti, Banco BPM, Institut Français, Goethe Institut, Instituto Cervantes, Accademia d’Ungheria, Fondazione Banco Napoli. Ha coordinato L’ORA FATALE per Teatro di San Carlo - MeMus e il progetto SudCreativo, realizzato convegni su Pier Vittorio Tondelli e la scrittura creativa nel Sud Italia, rassegne di autori contemporanei.

Le letture

Cristian Giammarini CRISTIAN GIAMMARINI 

laureato in Storia del teatro, nel 1993 si diploma alla scuola del Teatro Stabile di Torino diretta da Luca Ronconi. Da allora prende parte a numerose produzioni teatrali interpretando ruoli di rilievo con alcuni dei più importanti registi della scena italiana e internazionale. Dal 1997 lavora con Ferdinando Bruni e Elio De Capitani del Teatro dell'Elfo di Milano prendendo parte a numerosi importanti spettacoli della compagnia tra cui "Sogno di una notte di mezza estate", "Amleto" e "Racconto d'inverno" di W. Shakespeare, "I rifiuti, la città e la morte" di R.W. Fassbinder, "Il giardino dei ciliegi" di A. Cechov, "Medea" di H. Muller, "Angels in America" di T. Kushner. "Improvvisamente l'estate scorsa" e "La discesa di Orfeo" di T. Williams. Tra le esperienze più significative fatte altrove: "Pilade" di P.P. Pasolini, "Atti di guerra" di E. Bond e "Itaka" di B. Strauss, regia di Luca Ronconi, "Splendid's" di J. Genet, regia di Klaus Michael Gruber, "Il gabbiano" di A. Cechov, regia di Eimuntas Nekrosius. Nel 2009 insieme a Giorgio Lupano dirige e interpreta "Maratona di New York" di Edoardo Erba. Lo spettacolo viene replicato con successo nei successivi cinque anni in molti teatri italiani tra cui il Teatro Elfo Puccini e la Sala Leonardo di Milano, il Piccolo Eliseo e il Brancaccino di Roma, il Duse di Bologna e il Politeama Rossetti - sala Bartoli - di Trieste. Nel 2014 interpreta a San Benedetto del Tronto e a Roma "La più grande storia d'amore mai raccontata", un monologo ispirato a "Lettera di una sconosciuta" di Stephan Zweig, scritto e diretto da Marco Maltauro. Ha lavorato inoltre come attore con Mauro Avogadro, Marco Carniti, Cherif, Manuela Cherubini, Edmo Fenoglio, Walter Manfrè, Renzo Martinelli, Caterina Panti Liberovici, Aleksander Popovski e Stefano Vercelli; e all'interno di laboratori, studi e letture sceniche con Marco Baliani, Giorgio Barberio Corsetti, Andrea Battistini, Paolo Castagna, Massimo Castri, Massimiliano Cividati, Jacques Lasalle, Giorgina Pilozzi, Antonio Sixty, Ivan Talijancic, Roberto Valerio. Nel 2002 e 2007 la casa editrice Ubulibri pubblica due volumi da lui curati: "Il gabbiano secondo Nekrosius" e "Progetto Domani": cinque spettacoli di Luca Ronconi per le Olimpiadi della cultura di Torino 2006.

Immagini e selezione cinematografica

Marco Alfano

MARCO ALFANO cura per Lalineascritta, nei cui laboratori si è formato, il sito web, la comunicazione online, il laboratorio di ludoscrittura e i corsi in videoconferenza. Ha pubblicato racconti in numerose antologie, sui quotidiani «l’Unità» e «Roma» e sulla rivista internazionale «Storie». È in preparazione una sua raccolta di poesie illustrate ispirate a Toti Scialoja e sta lavorando al suo primo romanzo. Musicista, è stato membro fondatore dei Panoramics (con i quali ha tra l’altro composto le musiche originali per lavori video e teatrali di Mario Martone e Andrea Renzi e collaborato con Enzo Moscato e Peppe Servillo) ed è attualmente componente dei Ferraniacolor, pop band il cui EP di esordio, Alfabeto illustrato, è uscito nel marzo 2018, riscuotendo un notevole successo di critica. 

 


Ufficio stampa: 

Brunella Bianchi
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
331 263 0029

Vai al programma completo di Strane Coppie 2020

Restiamo in contatto

Iscriviti alla Newletter

Ricevi nella tua casella email tutti gli aggiornamenti sulle nostre attività, corsi, eventi, appuntamenti.

mappa black

Lalineascritta ha la sua sede a Napoli (Vomero), in Via Kerbaker 23, all'interno della Galleria Vanvitelli (accanto a La Compagnia della Casa) , al piano ammezzato.

E' a 50 metri dalla Metropolitana Linea 1 (fermata Piazza Vanvitelli) e da tutte le funicolari: Centrale, Montesanto e Chiaia.