Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie policy cliccando sul pulsante.

 
Michela Panichi al Campiello Giovani

 

Vince l'edizione 2020 del Premio Campiello Giovani la napoletana Michela Panichi e la festeggiamo con speciale entusiasmo poiché abbiamo visto nascere il racconto premiato, Meduse, nel corso dei tre anni di laboratorio di scrittura de Lalineascritta. 
 
Michela Panichi, vent'anni, studentessa di Lettere, scrive con grande talento: Meduse narra del complesso rapporto fra due fratelli di età diversa e della scoperta, sconvolgente, che la madre di entrambi è di nuovo incinta. 
La delicata eleganza con cui Michela Panichi tratteggia il tema delle relazioni familiari e dell'individuazione dei giovanissimi personaggi indica una strada d'invenzione efficace e fertile che speriamo per lei lunga, felice, fortunata.
 
Per leggere Meduse:
 
(ANSA) - VENEZIA, 05 SET - E' Michela Panichi, con il racconto 'Medusa', la vincitrice della 25/a edizione del Premio Campiello Giovani, il concorso riservato ai giovani tra i 15 e i 22 anni organizzato dalla Fondazione Il Campiello - Confindustria Veneto.
    "Lo dedico a mia nonna che non è potuta venire qui perché quando tornavo a casa da scuola imparavo sempre qualcosa da lei.
    Mi ha insegnato anche il latino" ha detto all'ANSA la Panichi, 20 anni, di Napoli, nell'incontro questa mattina a Palazzo Franchetti a Venezia a poche ore dalla cerimonia di premiazione del Premio Campiello, stasera in Piazza San Marco.
    Scelto tra i cinque racconti arrivati in finale, dalla Giuria dei Letterati, presieduta da Paolo Mieli, 'Meduse' "racconta i rapporti familiari e come cambia il modo di vedere i propri genitori quando si matura" ha spiegato la Panichi.
    Secondo racconto scritto dalla Panichi, 'Meduse' "si addentra nelle geometrie psicologiche del rapporto fra due fratelli - un ragazzino e un adolescente - e una madre che si scopre incinta di una nuova vita, ancora una volta senza un padre presente.
    L'evento sconvolge, ridefinisce e alla fine ridispone in un nuovo equilibrio le relazioni fra personalità diverse, che la giovane autrice sa tratteggiare con finezza, pur con qualche ingenuità nel ricorso a immagini e temi convenzionali" dice la motivazione della Giuria. (ANSA).
 
Il comunicato del sindaco di Napoli Luigi De Magistris:

Voglio far giungere i complimenti della città a Michela Panichi che con il racconto ‘Meduse’ è risultata la vincitrice della 25aedizione del Premio Campiello Giovani, il concorso riservato ai giovani tra i 15 e i 22 anni organizzato dalla Fondazione Il Campiello – Confindustria Veneto.

Mi auguro di vederla presto a Palazzo San Giacomo per consegnarle un riconoscimento della città.

Restiamo in contatto

Iscriviti alla Newletter

Ricevi nella tua casella email tutti gli aggiornamenti sulle nostre attività, corsi, eventi, appuntamenti.

mappa black

Lalineascritta ha la sua sede a Napoli (Vomero), in Via Kerbaker 23, all'interno della Galleria Vanvitelli (accanto a La Compagnia della Casa) , al piano ammezzato.

E' a 50 metri dalla Metropolitana Linea 1 (fermata Piazza Vanvitelli) e da tutte le funicolari: Centrale, Montesanto e Chiaia.