Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie policy cliccando sul pulsante.

Il Goethe-Institut Neapel e Lalineascritta Laboratori di Scrittura

presentano

il progetto di critica letteraria digitale

TI DICO UN LIBRO: DA POSCHMANN A BRECHT E MANN

10 video racconti per conoscere i nuovi autori della letteratura tedesca contemporanea e per riscoprire qualche classico tedesco 
Dal 29 marzo al 31 maggio 2021 ogni lunedì sulla pagina Facebook del Goethe-Institut Neapel (https://www.facebook.com/GoetheInstitutNeapel)

 lettori Ti dico un libro

Ma quindi è vero che i giovani leggono di meno? Da una ricerca condotta a Napoli abbiamo rilevato che molti giovani – e anche meno giovani – affollano le aule (in questo momento virtuali) dei corsi di scrittura.

Nonostante la pandemia il numero di lettori forti non è calato. Perché la letteratura ci affascina come, anzi più di prima? Come descrivono gli autori la società del presente? Quali sono i temi che si intersecano nella letteratura in un confronto tra il Nord e il Sud Europa? Lo scopriremo con “Ti dico un libro”.

Dieci libri, per dieci lettori, allievi de Lalineascritta Laboratori di Scrittura cui il Goethe-Institut di Napoli ha affidato dieci video recensioni per far conoscere dieci autori della letteratura tedesca, otto contemporanei e due classici, Mann e Brecht (scarica il programma completo). 

Il progetto di critica letteraria, dedicato all’amicizia tra i nostri Paesi, nasce in occasione del 60° anniversario del Goethe-Institut di Napoli: tutto il meglio della narrativa tedesca contemporanea selezionato dal Goethe-Institut, diretto da Maria Carmen Morese, e recensito in video dagli allievi di Lalineascritta Laboratori di Scrittura, una delle più antiche scuole di scrittura d'Italia, nata a Napoli nel 1993 e diretto dalla scrittrice Antonella Cilento. Non è un caso che la rinnovata passione per il libro veda Lalineascritta impegnata, in collaborazione con l'Università Suor Orsola Benincasa, nel primo master del Sud Italia dedicato ai mestieri della scrittura e dell'editoria.

Scopriremo insieme come è cambiata la Germania raccontata dagli autori di lingua tedesca negli ultimi due anni. Ci immergeremo in avvincenti storie familiari – in città o in campagna – in destini di migrazione, in ambienti perturbanti, collocati in un futuro lontano, eppure molto vicino a noi.

Programma:

29 MARZO
Marion Poschmann: Paesaggi in prestito, Del Vecchio editore 2020, letto e recensito da Silvia Belcastro

5 APRILE
Friedrich Christian Delius: Due minuti con Paul McCartney, Le Lettere 2020, letto e recensito da Federica Frascogna
 
12 APRILE
Juli Zeh: Cuori vuoti, Fazi 2021, letto e recensito da Marina Indulgenza 
 
19 APRILE
Thomas Mann: Tonio Kröger, letto e recensito dagli studenti del master SEMA - Mestieri della scrittura e dell'editoria dall'artigianato al digitale (terza edizione, realizzato da Lalineascritta e Unisob)

26 APRILE
Nino Haratischwili: L'ottava vita (per Brilka), Marsilio 2020, letto e recensito da Domenico Esposito
 
3 MAGGIO
Saša Stanišić: Trappole e imboscate, L’orma editore 2020, letto e recensito da Claudia Moschetti
 
10 MAGGIO
Bertolt Brecht: Me-ti. Libro delle svolte, L’orma editore 2019, letto e recensito da Alessandra Bellini
  
17 MAGGIO
Dörte Hansen: Tornare a casa, Fazi 2020, letto e recensito da Carlo Bertorello
 
24 MAGGIO
Uwe Timm: La scoperta della currywurst, Sellerio 2020, letto e recensito da Emilia Bersabea Cirillo
 
31 MAGGIO
Judith Schalansky: Inventario di alcune cose perdute, Nottetempo 2020, letto e recensito da Michela Panichi

Scarica il programma dettagliato

Restiamo in contatto

Iscriviti alla Newletter

Ricevi nella tua casella email tutti gli aggiornamenti sulle nostre attività, corsi, eventi, appuntamenti.

mappa black

Lalineascritta ha la sua sede a Napoli (Vomero), in Via Kerbaker 23, all'interno della Galleria Vanvitelli (accanto a La Compagnia della Casa) , al piano ammezzato.

E' a 50 metri dalla Metropolitana Linea 1 (fermata Piazza Vanvitelli) e da tutte le funicolari: Centrale, Montesanto e Chiaia.