Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie policy cliccando sul pulsante.

Sei minilezioni estive con film e aperitivo

4 - 23 luglio 2019

sogni e scritture

Sei lezioni con con proiezione di un film e rinfresco nella sede (climatizzata!) di Galleria Vanvitelli per trascorrere insieme luglio in attesa della riapertura dei corsi annuali. Un sintetico assaggio dei laboratori de Lalineascritta (narrativa, editoria, drammaturgia, teatro, ludoscrittura, arti visive) con cineforum tematico per chi vuol trascorrere serate diverse nell’afa estiva sorseggiando un drink.


Questo il programma delle serate:


 

  • L'arte del male: Les diaboliques

    i diaboliciGiovedì 4 luglio 2019 ore 18.30

    Les diaboliques (I diabolici) di Henri-Georges Clouzot (1955)

    Film + aperitivo + lezione di scrittura narrativa con Antonella Cilento

    Diabolici o diaboliche? Un collegio, un cadavere che scompare, un’inquietante piscina, due donne: il capolavoro di Cluzot, maestro del cinema francese, dispone con strategia eccelsa le regole dell’inquietudine: il male abita in noi, nel nostro vicino, nella migliore delle nostre intenzioni.

    Quando si scrive una storia, la semina degli indizi è fondamentale: crederemo al bene e ci interrogheremo sulla sua forza solo se il male entra in scena nella penombra.

    Da Dostoevskij a Poe, da Javier Cercas a Jaume Cabré, dai maestri giapponesi a Hitchcock, un incontro dedicato a progettare la trama e a disporre gli indizi con efferata efficacia: brividi in piena estate.

    Leggi tutto
  • Se vogliamo che tutto rimanga come è, occorre che tutto cambi: Il gioco delle coppie

    Martedì 9 luglio 2019 ore 18.30

    Il gioco delle coppie di Olivier Assayas (2018)

    Film + aperitivo + lezione di editoria con Stefania Cantelmo e Giuseppe D’Antonio

    Metti insieme un editore di successo, uno scrittore in crisi, una star delle serie tv, una social media manager idealista e una millennial ambiziosa. Aggiungi il peso della tradizione letteraria, un romanzo “rifiutato”, i dilemmi dell'auto-fiction (sto rubando le storie altrui?), le nuove leggi dell’editoria multimediale, fatta di like e shop online, e Bauman che parla di società e amore liquido…

    Et voilà: ecco servito Il gioco delle coppie (Non fiction – Doubles vies, 2018), film diretto dal francese Olivier Assayas.

    Una Comédie humaine in salsa agrodolce per interrogarci su un tema spinoso quanto attuale: la trasformazione digitale inaridirà la cultura o migliorerà le possibilità della sua fruizione? «In futuro leggeremo meno libri e saranno ebook», dice Léonard: ma sarà poi vero?

    Leggi tutto
  • Da quando ho conosciuto l’arte questa cella è diventata una prigione: Cesare deve morire

    Giovedì 11 luglio 2019 ore 18.30

    Cesare deve morire di Paolo e Vittorio Taviani (2012)

    Film + aperitivo + lezione di drammaturgia con Stefania Bruno

    Quando il cinema si interessa al teatro spesso indaga una mancanza di base nel rapporto tra arte e vita: dar voce all’emozione e passare dalla narrazione autobiografica alla forma teatrale (e viceversa) sono al centro di Cesare deve morire (2012), il film-documentario dei fratelli Taviani che racconta il laboratorio su Giulio Cesare condotto dal regista teatrale Fabio Cavalli nel carcere di Rebibbia.

    Grazie al teatro accade che un assassino capisca finalmente cos’è la morte, che riesca a raccontare una propria verità attraverso parole scritte quattrocento anni fa e che un detenuto attraversi le mura della sua cella solo per rendersi conto che è la vita la vera illusione. Cesare deve morire diventa, così, una metafora del percorso di iniziazione che ogni apprendista drammaturgo compie e ci darà l’occasione per confrontarci, attraverso una sessione di scrittura dal vivo, con il tema del limite e dei molti modi in cui può essere declinato in teatro.

    Leggi tutto
  • Svelare l'immagine: La donna che visse due volte

    Martedì 16 luglio 2019 ore 18.30

    Vertigo (la donna che visse due volte) di Alfred Hitchcock (1958)

    Film + aperitivo + lezione di segno e immagine con Iole Cilento

    Un classico del thriller psicologico e un capolavoro della fotografia in technicolor per una macchina narrativa perfetta, in cui si intrecciano senza soluzione di continuità passato e presente, passione e morte.

    La sintesi di quadri del fumetto e il potere trascinante della carrellata sono magistralmente coniugati in questo film che alterna immagini iconiche di grandi divi a campi lunghi mozzafiato dell’Est Coast alla Hopper e include un piccolo cameo Disney.
    Prima e dopo la proiezione breve analisi e commento della poetica hitchcockiana del colore e della composizione delle immagini per entrare nel vivo della costruzione di un classico e scoprire l’insospettabile cultura grafico-pittorica del maestro del brivido.

    Leggi tutto
  • Lei non è quel giovane codardo di cui parla tutta San Pietroburgo? Amore e guerra

    Giovedì 18 luglio 2019 ore 18.30

    Amore e guerra di Woody Allen (1975)

    Film + aperitivo + lezione di ludoscrittura con Marco Alfano

    La parodia letteraria, il nonsense, il witz ebraico, i giochi di parole più spericolati sono gli ingredienti di questo esilarante capolavoro dell’umorismo cinematografico. Un flusso ininterrotto, irresistibile, di citazioni dei classici della letteratura russa (e non solo), di filosofia, di storia e dello stesso cinema, Tolstoj, Dostoevskij, Cechov, Eisenstein, Nabokov, Bergman mescolati con Chaplin, Keaton e Mel Brooks.

    Alla base del meccanismo comico di Allen c’è quasi sempre una regola base: prendere uno stilema, una forma “classica” e capovolgerla, ricombinarla, sistemarla in un contesto incongruo e imprevedibile, trasformandola così nello strumento di un esilarante gioco, che dissacra i maestri mentre ce li fa amare. Questo meccanismo di spostamento è una delle contraintes fondamentali delle scritture ludoletterarie. Una serata di di divertimento alla scroperta dei meccanismi dell'affabulazione.

    Leggi tutto
  • A ogni costo (fama&successo): Eva contro Eva

    Martedì 23 luglio 2019 ore 18.30

    Eva contro Eva di Joseph L. Mankiewicz (1950)

    Film + aperitivo + lezione di improvvisazione teatrale con Paolo Oliveri del Castillo

    Cosa siamo disposti a fare in nome dell’ambizione e del successo?

    Fra i trenta film americani più importanti del Novecento, vincitore di sei premi Oscar nel 1951, Eva contro Eva è l’unica pellicola nella storia del cinema dove furono nominate tutte e quattro le protagoniste e nessuna vinse, proprio come accade ai personaggi, obbligati dalla competizione a scoprire il rovescio della medaglia che la fama nasconde.

    La meravigliosa sceneggiatura di Mankievicz mette in scena il teatro e una indimenticabile Bette Davis ma rappresenta anche le dinamiche dell’invidia e dell’ambizione di ogni ambiente: il gioco di improvissazione che seguirà la proiezione metterà in scena questi conflitti in uno spazio in cui esprimersi liberamente per il piacere (e il divertimento) di osare oltre le consuetudini della vita quotidiana.

    Leggi tutto

Orario degli incontri: 18.30-21.30

Costo: 20 € a lezione, abbonamento a 6 lezioni 100 €

Info e prenotazioni: 081.5564013 / Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Tutti gli incontri si terranno presso la sede de Lalineascritta, a Napoli, in Galleria Vanvitelli - Via Kerbaker 23 (piano ammezzato) :: Mappa

Restiamo in contatto

Iscriviti alla Newletter

Ricevi nella tua casella email tutti gli aggiornamenti sulle nostre attività, corsi, eventi, appuntamenti.

mappa black

Lalineascritta ha la sua sede a Napoli (Vomero), in Via Kerbaker 23, all'interno della Galleria Vanvitelli (accanto a La Compagnia della Casa) , al piano ammezzato.

E' a 50 metri dalla Metropolitana Linea 1 (fermata Piazza Vanvitelli) e da tutte le funicolari: Centrale, Montesanto e Chiaia.