Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie policy cliccando sul pulsante.

Ambiguità, folla e visione

DISTOPIA Stage di scrittura creativa e arti visive

DISTOPIA

Stage di scrittura creativa e arti visive

con Antonella e Iole Cilento. Interventi di Chiara Bongiovanni

8, 9, 10 luglio 2022
venerdì h 18-21 / sabato h 10-13, 14.30-18 / domenica h 10-13

Lo stage si svolgerà presso la sede de Lalineascritta (Galleria Vanvitelli, via Kerbaker 23) e in Villa Floridiana (Vomero).


I mondi distopici godono in letteratura, al cinema e nella graphic novel di straordinaria fortuna e popolarità. Che si tratti dei romanzi di Margaret Atwood o delle incisioni di Goya, delle vignette di Alan Moore o dei quadri di James Ensor, la distopia ritrae con anticipo i fantasmi del nostro tempo incontrando alcuni grandi temi: la perdita dell’identità, l’imposizione, la propaganda.

Mentre l’inarrivabile utopia conserva nel linguaggio comune un valore migliorativo da raggiungere, la distopia rappresenta un’aberrazione dell’equilibrio naturale e delle regole sociali. Ogni distopia è distorsione di un’utopia: l’eguaglianza si tramuta in perdita di identità, il raggiungimento del benessere diventa ossessione per la sicurezza, la trasparenza delle intenzioni e dei comportamenti degenera in ansia di controllo.

Le grandi distopie letterarie del Novecento partono dalla perversione assoluta dei totalitarismi politici ed economici, dal comunismo nel caso di George Orwell al nazismo nel caso di Roberto Bolaño, al fordismo in Aldous Huxley. Nuove carceri attendono i protagonisti delle storie distopiche, da quelle illuministe di Piranesi alle trappole temporali di Neil Gaiman, alla cecità di Saramago.

In tre intensi giorni, ospitati sia nella sede de Lalineascritta al Vomero (Galleria Vanvitelli 23), sia nella verde cornice della Villa Floridiana, da cui si gode uno dei più bei panorami di Napoli, Distopia porterà i partecipanti dentro l’esperienza della scrittura, accompagnata da giochi di segno, colore e movimento, per provare a raccontare i nostri personali mondi distopici.

 

IL PROGRAMMA

Venerdì 8 luglio
h 18-21 | Lalineascritta, Galleria Vanvitelli, via Kerbaker 23

Utopia e distopia in letteratura e in arte: doverose premesse.

 

Sabato 9 luglio
h 10-13 | Villa Floridiana, Teatrino della Verzura

Il volto e la maschera

Pausa pranzo

h 14.30-16.30

La folla e l’ombra

h 16.30-18 | Lalineascritta, Galleria Vanvitelli, via Kerbaker 23

La distopia nel fumetto

 

Domenica 10 luglio

h 10-13 | Villa Floridiana, Teatrino della Verzura

La salvezza: visione e profezia

 

Per la partecipazione si raccomandano: carta e penna, pranzo al sacco per la giornata di sabato, abiti comodi

 

CHI CONDUCE

Antonella Cilento

Antonella Cilento

Scrittrice e giornalista, nel 1993 ha fondato l’associazione Aldebaran Park che produce Lalineascritta Laboratori di Scrittura, tra i primissimi in Italia a proporre l’insegnamento della scrittura creativa. Il suo ultimo libro, pubblicato a luglio del 2022, è Solo di uomini il bosco può morire (Aboca). Nel settembre 2021 è uscito La Caffettiera di carta. Inventare, trasfigurare, narrare: un manuale di lettura e scrittura creativa (Giunti), raccolta di quasi trent’anni di lezioni de Lalineascritta.
Nel maggio 2019 è uscito Non leggerai (Giunti), romanzo che ha inaugurato la collana Young Adult “Arya”, che segue a Morfisa o L’acqua che dorme (Mondadori, 2018).
Con Lisario o il piacere infinito delle donne (Mondadori 2014) è stata finalista del Premio Strega 2014, e vincitrice del Premio Boccaccio 2014 (libro tradotto in Spagna, Francia, Germania, Corea, Lituania, Finlandia).

 
 
 
 

Iole Cilento

Iole Cilento 150

Artista, scenografa e illustratrice, è docente nel dipartimento di scenografia presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli; precedentemente ha insegnato presso le Accademie de L'Aquila, Catanzaro, Foggia e Frosinone.
Come libera professionista nell’ambito della progettazione, ideazione e realizzazione scenografica, ha collaborato con diverse compagnie teatrali e Festival di produzione tra cui Teatro Cargo e Teatro della Tosse di Genova, Teatro di Dioniso e Fondazione Teatro Ragazzi e giovani di Torino, Cantieri Teatrali Koreja di Lecce, Teatro Potlach di Roma, Teatro Elicantropo e Teatro Stabile di Napoli, Napoli Teatro Festival, Festival delle Colline Torinesi, collaborando anche come scenografo aggiunto alla realizzazione di scene d’opera con i laboratori degli enti lirici Teatro Regio di Torino e Fondazione Petruzzelli di Bari.
Conduce da più di quindici anni stage e laboratori tematici di espressione e arti visive per Lalineascritta e ha realizzato a Napoli due mostre personali ispirate al tema della memoria e delle grandi opere letterarie (Antisouvenirs e Ardore) e ha curato per la nona edizione della manifestazione Strane Coppie il ciclo delle installazioni di luce a tema letterario realizzate con la scultrice Teresa Dell’Aversana
Come illustratrice ha curato la copertina Einaudi de I Demoni di Dostoevskij, e le tavole per i volumi ‘Le vacanze di Emily’, ‘Napoli sul mare luccica’ e ‘Bestiario napoletano’ di A. Cilento.
www.iolecilento.it

 

Chiara Bongiovanni

chiara bongiovanni

Ha una laurea in Storia del teatro e un dottorato in Letteratura francese. Ha abitato a Parigi e ha tradotto numerosi testi di saggistica. Da quando è tornata in Italia, insegna italiano e storia, prima alle medie e ora in un istituto tecnico. Collabora regolarmente con il mensile “L’Indice dei libri del mese”. Ama i porcospini, i fumetti e Billy Wilder. Vive a Torino.

Ha pubblicato il suo primo romanzo, Maschi e murmaski con Feltrinelli nel 2021.

COSTI

200 euro adulti
160 euro studenti e soci Lalineascritta

PROMO LALINEAESTATE

Stage “Distopia” + Workshop editoria “Sartoria editoriale” oppure Workshop di Drammaturgia "Di-stanza in stanza": 350 euro

Iscriviti online

Con paypal o carta di credito

Scegli il tipo di iscrizione:


Con bonifico

all'IBAN IT49L0503403409000000022715
intestato a Associazione Culturale Aldebaran Park
specificando nella causale "Iscrizione Distopia"

Restiamo in contatto

Iscriviti alla Newletter

Ricevi nella tua casella email tutti gli aggiornamenti sulle nostre attività, corsi, eventi, appuntamenti.

mappa black

Lalineascritta ha la sua sede a Napoli (Vomero), in Via Kerbaker 23, all'interno della Galleria Vanvitelli (accanto a Unieuro) , al piano ammezzato.

E' a 50 metri dalla Metropolitana Linea 1 (fermata Piazza Vanvitelli) e da tutte le funicolari: Centrale, Montesanto e Chiaia.