Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie policy cliccando sul pulsante.

Laboratorio annuale di scrittura del racconto e del romanzo

Martedì ore 18.30-20.30

con Antonella Cilento

Fino a ora abbiamo scherzato, adesso si inizia a giocare sul serio. Per chi ha già seguito un’annualità (o due, o tre, o mille) dei corsi di narrativa.

Lalineascritta laboratori di scrittura creativa - Laboratorio annuale di scrittura del racconto e del romanzo


La domanda della trama

Trasfigurare e inventare, il primo atto di una storia, innescare l’azione e tenere la direzione, mostrare e non dire

1, 8, 15, 22 e 29 ottobre | 5, 12, 19 e 26 novembre | 3, 10 e 17 dicembre 2019

Fino a ora abbiamo scherzato: nell’annualità avanzata la forma delle storie cerca di completarsi. Come si costruisce un buon incipit, come si edifica un’efficace norma di partenza, chi sono i veri protagonisti della storia, in quale persona verbale raccontiamo (le marce della storia: andiamo in prima con l’io, in seconda con il tu, in terza con l’egli o rischiamo la quarta con il noi?), quale obiettivo ha la nostra invenzione e in che modo si rispetta la domanda drammaturgica principale saranno le questioni affrontate in questo trimestre.
E, fra modelli, letture ed esercitazioni, ci ricorderemo della regola principale: mostrare, far vedere al lettore, non dichiarare (mai spiegare).


Il tempo nella storia

Tempo lineare, tempo circolare, divagazioni, flashback e flashforward: l’economia della lingua e i piani del tempo delle storie. Lo sviluppo

14, 21 e 28 gennaio | 4, 11, 18 e 25 febbraio | 3, 10, 17, 24 e 31 marzo 2020

Esiste un tempo presente e principale della storia che risponde alla domanda drammaturgica principale di chi scrive: spesso chi racconta si perde nel passato dei personaggi, nelle loro idee, nelle loro idiosincrasie. Scoprire e applicare con rigore ed esattezza le funzioni del tempo (e dei tempi verbali) serve a edificare storie brevi ma anche romanzi o racconti lunghi. In quanti modi si piega il tempo in una storia? Da Sterne a Joyce, da Woolf a Proust, da Dumas a Balzac fino a Calvino e alla fantascienza, al fantasy, alle distopie, passando per Omero: il tempo è l’anima della storia e del suo sviluppo centrale (la parte in cui quasi sempre cade chi scrive…).


La terza tigre. Editing e editor

Portare a termine, riscrivere, correggere, reinventare: imparare ad ascoltare e reinventare le proprie storie. Ospiti speciali: Laura Bosio, Antonio Franchini, Giulia Ichino, Manuela La Ferla, Bruno Nacci, Alberto Rollo

7, 14, 21 e 28 aprile | 5, 12, 19 e 26 maggio | 9, 16, 23 e 30 giugno 2020

Scrive J.L. Borges che occorre al narratore e al poeta trovare la terza tigre: non quella di carta che abita le enciclopedie, non quella vera, che uccide nei boschi ma una terza che sarà fatta di libri e di esperienza e parlerà solo la nostra lingua: lo stile personale. Qual è il vostro stile? Portare a termine una storia significa aver trovato (anche) un buon finale ma soprattutto aver trovato una lingua. In questo trimestre si lavorerà a finire e rifinire, a dettagliare l’editing sui vostri materiali e a sottoporli alle letture esatte e profonde di alcune grandi voci dell’editoria italiana.


COSTI:

Adulti:  360 euro per trimestre       

Studenti: 320 euro per trimestre

Disponibili formule annuali scontate e pacchetti cumulativi: vedi pagina Iscrizioni


Antonella Cilento

Antonella Cilento(Napoli, 1970), scrittrice e giornalista, ha creato il Laboratorio Lalinescritta nel 1993, tra i primissimi in Italia a proporre l'insegnamento della scrittura creativa. Nel maggio 2019 è uscito il suo ultimo libro Non leggerai (Giunti), romanzo che hai inaugurato la collana Young Adult “Arya”, che segue a Morfisa o L'acqua che dorme (Mondadori 2018). Con Lisario o il piacere infinito delle donne (Mondadori 2014) è stata finalista del Premio Strega 2014, e vincitrice del Premio Boccaccio 2014 (libro tradotto in Spagna, Francia, Germania, Corea, Lituania, Finlandia).

Restiamo in contatto

Iscriviti alla Newletter

Ricevi nella tua casella email tutti gli aggiornamenti sulle nostre attività, corsi, eventi, appuntamenti.

mappa black

Lalineascritta ha la sua sede a Napoli (Vomero), in Via Kerbaker 23, all'interno della Galleria Vanvitelli (accanto a La Compagnia della Casa) , al piano ammezzato.

E' a 50 metri dalla Metropolitana Linea 1 (fermata Piazza Vanvitelli) e da tutte le funicolari: Centrale, Montesanto e Chiaia.